Blufi, l’olanda delle Madonie con i suoi tulipani

  • 2 anni fa
  • 1

Il Santuario della Madonna dell’Olio, a pochi minuti dal borgo madonita di Blufi, è diventato meta di un pellegrinaggio che richiama migliaia di visitatori. In primavera, tra marzo e maggio infatti, basta raggiungere il piccolo centro delle alte Madonie per capire la motivazione di tale flusso di visitatori che in quel periodo invadono il luogo da ogni parte di Sicilia. Centinaia di migliaia di tulipani rossi crescono spontaneamente nei campi di fronte il santuario, tra alberi di varie natura tra cui mandorli ed ulivi. Davvero meraviglioso se si pensa che a far da cornice a tale spettacolo sono le vette innevate delle montagne madonite.
Guarda le nostre proprietà a Blufi

blufi

Il campo principale è a valle del Santuario. Tuttavia anche a monte si trova qualche campo che si accende di rosso. Scendo sul lato scientifico, si parla della fioritura del Tulipano di Raddi (Tulipa raddii), una pianta, che in casi rari si trova in Sicilia in terreni seminativi e prati delle Madonie. Questa tipologia di pianta resiste in maniera perfetta all’aratura dei terreni, in quanto i bulbi si trovano a circa 50 cm di profondità. La fioritura avviene ogni anno tra marzo e maggio.

Oggi i tulipani di Blufi sono la principale attrattiva di questo splendido borgo che ha davvero tanto da offrire. Da ricordare tra le attrattive principali il ponte romano e la sagra del finocchietto selvatico che si tiene ogni anno a maggio. Blufi grazie alle sue distese rosse di tulipani che ogni anno la rendono unica al mondo si è meritata a pieni voti l’appellativo di “Olanda delle Madonie”.

 

 

Ricordiamo inoltre che si tratta di una specie protetta e che le piante vanno lasciate al proprio posto evitando il raccoglimento selvaggio dei tulipani. Evitare il raccoglimento selvaggio infatti consentirebbe agli enormi flussi di visitatori di godere di questo spettacolo per un periodo decisamente più lungo.

 

La riproduzione delle foto contenute nel presente articolo è severamente vietata senza il consenso dell’autore stesso.

Compare listings

Confrontare
WhatsApp chat